Una delle novità della nuova “era” di Basilico è la Carta dei Vini 2019, accuratamente selezionati dalla nostra Alessia.

La scelta di dedicare un intero menù ai vini è in continuità con la filosofia del food pairing, e in questo caso con la scelta di suggerire l’abbinamento delle pietanze, dai taglieri alle pizze ai dolci, con il vino più adatto.

Carta dei vini basilico 2019
In realtà, prima della birra, per tradizione il vino è stato a lungo l’abbinamento ideale per la pizza. In particolare, i rossi frizzanti sono andati per la maggiore, specie accanto a margherita e marinara, fino alla crisi del metanolo, momento che la grande industria birraria ha saputo sfruttare. A partire dai primi anni del nuovo millennio, il vino è tornato ora ad essere accostato alla pizza e noi siamo convinti che questa sia la strada giusta per valorizzare il made in Italy e far crescere due dei suoi settori trainanti.

La Carta dei Vini 2019 di Basilico si divide in cinque sezioni: bollicine, vini bianchi campani, vini bianchi campani km 0, vini rosati e vini rossi. Particolare attenzione è rivolta al territorio e alle sue eccellenze.

La sezione Bollicine comprende il Maria Cristina Spumante Brut, Falanghina della Cantina di Solopaca, nel Sannio; e il Prosecco DOC Treviso della Cantina Bernardi, dalle pregiate uve, raccolte a mano nei vigneti della zona più autentica del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore. E ancora, due Franciacorta DOCG, Ferghettina Milledì e Ferghettina Brut Rosé, prodotti dall’omonima azienda familiare da vigneti coltivati con agricoltura biologica in una delle terre del vino per eccellenza.

I vini bianchi sono rigorosamente made in Campania e a km 0. I bianchi campani sono: Greco DOC (Irpinia), Senete Falanghina del Sannio DOP (Benevento), Lancella Pallagrello Bianco Terre del Volturno IGP (Caserta) e Sarace Fiano Cilento DOP (Salerno), tra le migliori rappresentazioni della tradizione enologica campana. I vini a km 0, quindi rigorosamente salernitani, sono: Falanga, vino biologico dell’azienda Casula Vinaria, e Lacryma Christi del Vesuvio Bianco DOP della Tenuta delle Ginestre.


I vini rosati sono Mjere Rosato Salento IGP e Costa d’Amalfi Tramonti Rosato DOC. Come vini rossi, infine, abbiamo selezionato: Rosso Frizzante, Aglianico delle Cantine Polito; Lucchero DOC Sannio, Aglianico de La Guardiense; Belrisguardo Aglianico, vino biologico di Belrisguardo, in Cilento; Ottouve Gragnano DOC Frizzante di Salvatore Martusciello; e Primitivo Salento IGT dell’azienda Mocavero.


Tu scegli il gusto e l’impasto della pizza, noi ti consigliamo il vino ideale per esaltarne i sapori!

Share this post

Related Post

7 MARZO 2019

10 anni insieme

Per festeggiare i nostri primi 10 anni insieme, abbiamo deciso di regalarci un nuovo...

0